Il programma di martedì 12 dicembre

Il Comitato Scientifico di Rive, presieduto dal professor Attilio Scienza e composto da un team di ricercatori e professionisti di eccellenza nel settore vitivinicolo, ha reso noto il programma definitivo dei convegni che si terranno presso la fiera di Pordenone dal 12 al 14 dicembre 2017, in occasione della prima edizione di Enotrend all’interno di RIVE, Rassegna internazionale di viticoltura ed enologia.

Un programma denso e ricco di spunti di riflessione per gli operatori del settore: è quello di ENOTREND, l’appuntamento culturale che si affianca a RIVE 2017 e che si svolgerà all’interno di uno spazio dedicato nei giorni di 12, 13 e 14 dicembre presso la fiera di Pordenone.

Il programma potrebbe subire variazioni. Pordenone Fiere declina da ogni responsabilità per errori o omissioni.

Ecco orari e titoli degli appuntamenti:

ORARIO e SALA

EVENTO

MATERIALI

9:10 – 9:30
SALA ENOTREND – PAD.3

INAUGURAZIONE

9:30 – 12:30
SALA ENOTREND – PAD.3

Nuove sfide del Prosecco tra sostenibilità e mercato

In questi ultimi anni il Prosecco ha visto crescere la sua notorietà sui mercati nazionali e internazionali con risultati economici significativi per l’economia vitivinicola italiana. I risultati raggiunti premiano gli sforzi di tutti coloro che hanno contribuito a questi straordinario successo, dalle Istituzioni pubbliche nazionali (Ministero, Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia), alle imprese del settore e al mondo della ricerca. I prossimi anni si preannunciano, per il Prosecco, altrettanto impegnativi e richiedono un forte impegno da parte di tutti gli attori della filiera, sia per quanto riguarda la contendibilità dei mercati europei, nord americani e dei nuovi sbocchi verso l’area del sud est asiatico, sia per quanto attiene l’immagine della produzione, in particolare sotto il profilo della sostenibilità.

SALUTI ISTITUZIONALI
Moderatore: Gianluca Atzeni – Gambero Rosso
Relazioni:

  • DIEGO TOMASI – Comitato Scientifico Enotrend – Ricercatore CREA – Vite, Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano.
  • VASCO BOATTO – Comitato Scientifico Enotrend – Docente presso il dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali, Economia e Politica Agraria e Forestale dell’Università di Padova.
  • ANTONIO MOTTERAN – Senior Manager (Bauli, Illy, Carpenè Malvolti), Consulente di Strategia Aziendale, Docente presso ITS di MKtg&Sales management, Giornalista Pubblicista freelance.

TAVOLA ROTONDA

  • Stefano Zanette – Presidente del Consorzio Prosecco DOC
  • Innocente Nardi – Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG
  • Armando Serena – Presidente del Consorzio Tutela Vini del Montello e Colli Asolani.

10:30 – 11:30
SALA VITE – PAD.2

Ultime acquisizioni in campo enologico

Antonella Bosso – CREA Centro Ricerca per l’Enologia Asti
Organizzato da L’Informatore Agrario

11:30 – 12:30
SALA VINO – PAD.5

Degustazione Cru
a cura del Consorzio di Tutela Vini Soave

14:00 – 15:00
SALA VITE – PAD.2

Potatura meccanica quando conviene

Riccardo Castaldi – Gruppo Cevico
Organizzato da L’Informatore Agrario

14:00 – 18:00
SALA ENOTREND – PAD.3
Traduzione simultanea italiano-inglese / inglese-italiano

Lo scenario della viticoltura europea, tra crisi climatica e nuove esigenze del consumatore
La viticoltura del nostro Paese sta attraversando una fase di profondi cambiamenti e negli ultimi anni si evidenziano alcune tendenze che avranno un forte impatto sulle caratteristiche strutturali della viticoltura italiana dei prossimi anni. L’Europa e l’Italia in particolare, hanno cercato di reagire con la riscoperta dei vitigni autoctoni e con la valorizzazione dei contenuti evocativi del terroir, ma solo poche varietà e poche Denominazioni sono riuscite ad imporsi con successo. La nostra viticoltura si sta infatti polarizzando su tre o quattro regioni del centro-nord. Strategiche si sono rivelate le applicazioni della viticoltura di precisione e la space economy che permette di sviluppare modelli previsionali da applicare a molte scelte colturali. Si è inoltre passati da un’indicazione generica di tutela dell’ambiente alla cosiddetta viticoltura sostenibile che è oggi alla base della nuova normativa comunitaria che regolerà nei prossimi anni l’utilizzo di fitofarmaci in agricoltura. Il futuro della viticoltura non sarà più nella separazione tra produzione e consumo:lo sviluppo sostenibile deve essere considerato un traguardo raggiungibile attraverso i risultati della ricerca.

Moderatore: Adriano Del Fabro
TAVOLA ROTONDA:
Prof. Attilio Scienza – Presidente Comitato Scientifico
Dott. Riccardo Ricci Curbastro – Presidente Federdoc
Prof. Dr. Monika Christmann – Presidente OIV
Dott. Eugenio Sartori – Direttore Vivai Cooperativi Rauscedo (VCR)
Coldiretti
Confcooperative

In collaborazione con