R.I.V.E.: attesi oltre cento espositori

Continuano le adesioni per la manifestazione in programma dal 27 al 29 novembre alla Fiera di Pordenone.

Pordenone, 16 ottobre 2018

Sono oltre un centinaio gli espositori che già hanno dato la propria adesione per la seconda edizione di R.I.V.E. la rassegna internazionale di viticoltura ed enologia in programma alla Fiera di Pordenone dal 27 al 29 novembre 2018.

Una manifestazione che presenta due anime: viticoltura ed enologia sono infatti i due macro settori di riferimento di R.I.V.E. che offre un panorama completo su tutti i prodotti e le tecniche di produzione del vino, dalla coltivazione fino alla produzione e alla commercializzazione. Target della fiera sono i produttori di vino, le aziende di trasformazione, gli enologi e i consulenti di settore.

Una manifestazione di filiera, innovativa nel suo format che affianca aree espositive ad incontri e seminari mirati sulle tematiche più all’avanguardia del settore e curate da un comitato scientifico di grande esperienza (ENOTREND).

Per questa edizione il Comitato scientifico ha scelto tre macro-tematiche da approfondire nel corso della tre-giorni di R.I.V.E:

  1. Quale sostenibilità in viticoltura?
  2. Le nuove varietà e il territorio: l’enologo chiede e il genetista risponde
  3. “Il sistema delle autorizzazioni: le prospettive della viticoltura italiana”

Ulteriori spunti di approfondimenti saranno quelli forniti a partner e sponsor dell’evento quali l’Informatore Agrario, S.I.B.A S.r.l, Bcc Pordenonese e Bit Spa, ioAgri, Unifrutti Traders Ltda, Amorim Cork, Dupont, ASSITECA Spa.

L’evento ha sede in un quartiere espositivo, la Fiera di Pordenone,  al centro di una delle aree a più alta densità di aziende, a cavallo delle regioni italiane con più alta produttività di vino: Friuli Venezia Giulia e Veneto.

La fiera giusta nel posto giusto! Lo conferma anche la risposta delle aziende che hanno già confermato la loro presenza come espositori alla prossima edizione di R.I.V.E.

Per il settore agricoltura Dea Barbatelle, Valente Pali, La Cruz, Zarpellon Agricoltura, Bluagri, Ilmer, Carraro, Irrigazione veneta, Polimetal, Pessl Instruments, Sofim, Fratelli Drigo, Gaiotto Impianti, Comavit, Corteva, Aspiz, MC Vivai e Sika, New Holland Agriculture, leader nella produzione di macchine agricole, Pellenc, Agrisem International, Kioti, Europiave, Emmepi, Moro Lorenzo, Volentieri Pellenc, Massano, Vivai Rauscedo, Fiaccadori Soluzioni, Giampi, Agm, Vivai Truant,Caeb International,  Hardi International, Dolmec, Vignetinox, Ausonia, Bonaveno, Cnh International, Retificio Padano, Vogelsang Italia, Antonio Carraro, Hitherm, FCPCerea, B.M.V., Artos Meiser, Iso Tubi, Consortium Agricoltura, Sangoi Green, Vivai cooperativi Padergnone, Alpego, Az Macchine agricole, Cipriani Agrimetal, Consorzio Agrario del Friuli Venezia Giulia, Dal Cero Metalworking, Dupont, Durì Agriservice, Orizzonti Macchine agricole, Prestil Pali, Tonello Fratelli, Zambon, Zanusso Macchine, Arvatec, Argo Tractors, Agri Ravagnolo, B Group, Zamarian Agricoltura, Interco e Rinaldin group.

 Spiega Roberto Rinaldin di Rinaldingroup di Ponte di Piave, nel trevigiano: “R.I.V.E. rappresenta un appuntamento serio e tecnico interamente dedicato ad una agricoltura specializzata quale la viticoltura. I clienti di questo comparto sono notevolmente cambiati negli ultimi tempi, la nostra concessionaria si è adeguata a queste esigenze ed anche le manifestazioni lo devono fare. La nostra società potrà contribuire alla riuscita di questo evento presentando le ultime e più evolute tecniche di meccanica agraria, compresi i dispositivi a gestione elettronica installabili su molte macchine proposte”.

 Per il settore enologia ci saranno, tra gli altri, Tirelfrigo, Sordat, Bared, Lasi, Amorin, Zambelli Enotech, Enotecnica Pillan, Vimeg Technologies, Mundial Cork, TMCI, InoxFriuli, Bertolaso, Enoveneta, Ideal, Bioenologia, Tuper, Fitec, Quinti, S&A Software e Automazioni e il Gruppo Bisaro.

Spiega Gianfranco Bisaro, CEO del Gruppo Bisaro con sede a San Giorgio Della Richinvelda (PN), per la seconda volta ia R.I.V.E.: “Torniamo a R.I.V.E. perché crediamo molto nello sviluppo della nostra area. Soprattutto nello sviluppo del nostro territorio e della visione delle imprese in termini di mercato, di tecnologia e di sostenibilità dove vede l’uomo al centro. Il nostro Gruppo sta lavorando molto sulla spumantizzazione che vede il Prosecco un virtuoso esempio di qualità e di sviluppo territoriale. Inoltre, l’area friuliana si distingue da un lato per il grande lavoro svolto dall’Università di Udine nella ricerca di barbatelle per la creazione di vigneti che non abbisognano dell’uso di trattamenti chimici e dall’altro, nel pordenonese, con la diffusione dell’attività dei vivai di Rauscedo che le producono e le divulgando.

Anche per questi aspetti R.I.V.E. può rappresentare un’occasione di confronto e di visibilità positiva per il nostro territorio e di comunicazione internazionale delle capacità e dell’etica del lavoro delle nostre genti”.

Infine, tra le aziende di servizi hanno già aderito Cet Eletronics, Labcenter Exacta + Optech, Tocode, Idroplan, Gruppo Circolo Agrario Friulano, Susgrape, Chloe Farming Consulting, Vantage Italia, Farm Technologies.

Per informazioni pratiche dettagliate e aggiornamenti sull’evento: www.exporive.it

Il progetto Enotrend continua online su blog.enotrend.it